Inutile mentire: quando in edicola vicino ai quotidiani freschi di stampa fanno capolino i libri di una collana letteraria, non resisto. L‘ultima che ho iniziato a collezionare, si chiama Duemila e si tratta di alcuni dei romanzi più intensi scritti dall’inizio di questo secolo. 

Autori del calibro del calibro di Mordecai Richler – Emmanuel Carrère – Haruki Murakami – Elizabeth Strout – Niccolò Ammaniti – Jonathan Franzen – Roberto Saviano – Alice Munro – David Grossman. 

Letteratura Duemila
Letteratura Duemila

Nomi che anche a chi come me, nel 2000 aveva poco più di vent’anni, evocano volti e fatti di vita vissuta.

Alcuni, come Saviano, Ammanniti e Grossman li ho ascoltati parlare da vivo, conosco personalmente i luoghi di cui parlano e in cui ambientano le loro storie. Altri come Murakami, Richler, Munro e Franzen, mi hanno condotto per mano, grazie alla forza di personaggi indimenticabili, nella quotidianità di paesi lontani, che mi hanno fatto sentire più vicini. 

Sono 36 volumi, dal 21 gennaio al 23 settembre (tranquilli, gli arretrati si possono richiedere sul sito dove trovate il programma completo delle uscite): alcuni da leggere per la prima volta, come ad esempio Olive Kitteridge di Elisabeth Strout, che uscirà sabato 18 febbraio. 

Altri invece sono romanzi da rileggere, per non dimenticare la magia di parole che, a seconda delle stagioni della vita in cui le rileggi, disvelano significati diversi.

É stato un piacere e un’epifania rileggere kafka sulla Spiaggia, di Murakami uno dei miei autori preferiti. Vi lascio con un brano che ogni volta che lo leggo, mi risuona dentro, quasi Murakami l’avesse scritto un po’ anche per me.

Kafka sulla Spiaggia
Kafka sulla Spiaggia

“Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo. Questo si ripete infinite volte, come una danza sinistra col dio della morte prima dell’alba. Perché quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendente da te. È qualcosa che hai dentro. Quel vento sei tu. Perciò l’unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia.”

Collana: Lettertaura 2000 

  • Prezzo: € 9,90
  • Prima Uscita 21 GENNAIO 2017
  • Ultima uscita: 30 SETTEMBRE 2017
  • In edicola con  La repubblica, L’Espresso. 

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo! grazie

Rossella

Buzzoole

C’è Posto per 30?
Non perderti l'ultima puntata di C'è Posto per 30? ad Ascoli Piceno. Eccezionalmente LUNEDI 26 novembre  alle 21.25 su la NOVE!

3 COMMENTS

  1. Leggendo l’articolo si gusta la penna della scrittrice e la passione della lettrice… un piacevole connubbio!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here